• +39 080 930 3050
  • info@palazzoindelli.it

Scopri Monopoli



Monopoli è l'emblema della tradizione marinara della provincia di Bari.
Spiagge splendide, mare limpido, il porto turistico e una serie di architetture ricche di storia e culla delle tradizioni del passato. Attorno a quest'insediamento marittimo si è sviluppata una civiltà che ha risentito nei secoli degli influssi di differenti dominatori, trasformando in qualcosa di prezioso ogni punto del suo territorio.
Il centro storico è ancora il cuore pulsante della vita cittadina, qui si vive la movida costituita dai tantissimi locali che ne punteggiano i vicoli.
Il Castello domina il lungomare da poco restituito all'antico splendore fatto di bastioni e di una fantastica passeggiata a ridosso del blu dell'acqua. 

La città di Monopoli sorge sul litorale Adriatico a circa 40 Km da Bari.
Dista circa 45 Km dall'aereoporto di Bari e circa 70 Km da quello di Brindisi, collegati a Monopoli dalla rete viaria principale della S.S. 16.
In questa incantevole località la tradizione marinara è viva e presente nei pescherecci storici, nel porto con le piccole barchette dei pescatori. Il porto è uno scalo polivalente, poichè è dedicato sia al traffico commerciale che turistico. Sono presenti nella zona portuale anche i cantieri navali.
Il centro urbano è contornato da una millenaria distesa d'ulivi. L'antico nucleo abitato si distende su un lembo di terra rivolto al mare. A presidio delle vie d'acqua si erge il castello di Carlo V risalente al 1552. Le opere difensive della città sono completate da 4 torrioni inseriti nelle mura cinquecentesche da cui sporgono i cannoni dell'ottocento. Sul profilo delle case svettano i campanili e le cupole barocche soggiogati dalla mole della Basilica Cattedrale, emblema di fastosità settecentesca rispecchiante l'opulenza del clero e dei ceti dominanti del tempo.
Il tempio custodisce un'icona della Madonna della Madia, approdata, secondo la tradizione, su di una zattera composta di travi nel 1117. Spostandosi lungo le stradine tortuose, ci si imbatte in cortili denominati chiassi, sui quali si affacciano le abitazioni comuni. In posizione centrale si trova la piazza Palmieri su cui si affaccia l'elegante facciata dell'omonimo palazzo realizzato nell'ultimo scorcio del Settecento.

La visita della città non può prescindere dalla Porta vecchia, luogo di incontro dei giovani e meta di piacevoli passeggiate. Subito dopo è possibile costeggiare la Cinta Muraria. Proseguendo sul lungomare ci si imbatte nella Chiesa di S. Salvatore, caratterizzata da un ampio portone; sulla destra c'è il Torrione S. Maria, oggi conosciuto come "cannone" perché in passato era una postazione d'artiglieria utilizzato per la difesa dagli attacchi via mare. Attualmente presenta una scaletta per accedere ad un piccolo ballatoio dal quale è possibile ammirare il caratteristico porto monopolitano.
Alla fine della strada si trova il Castello di Carlo V, che si erge sul promontorio detto Punta Penna.

Di gran rilievo è il Palazzo Martinelli, che si affaccia sul mare ed è stato edificato sulle mura di cinta. Caratteristiche sono le grandi finestre ed un loggiato con archi a tutto sesto in stile veneziano, che rimandano al periodo in cui i Veneziani conquistarono Monopoli verso la fine del 400.
Interessante è la visita alla Piazza Garibaldi, che ospita la Biblioteca, Palazzo Cacace, e la Colonna Infame, con l'orologio e lo stemma della città.

Proseguendo sulla destra, c'è la Chiesa Amalfitana. Si narra che nel 1059 alcuni Amalfitani, scampati ad una tempesta grazie all'intervento della Madonna, elessero una grotta a luogo di culto, in segno di ringraziamento.

Assolutamente da vedere è il Sagrato della Cattedrale, col suo ampio muraglione, abbellito da dieci statue. La Cattedrale è la chiesa più importante e più visitata della città, nota anche perché ospita il quadro della Madonna della Madia, protettrice di Monopoli.

Ma Monopoli è anche una città rurale con i trulli, le masserie storiche, le piccole case coloniche e i frantoi disseminati tra gli uliveti secolari. Tutti esempi di architettura di un passato prevalentemente agricolo, oggi patrimonio culturale di inestimabile valore. Nelle cento contrade, tra gli uliveti secolari, i mandorli, i ciliegi e i carrubi è tutto un fiorire di bianche masserie intonacate a calce.

Le tracce della millenaria storia di Monopoli si incontrano e si ammirano nei musei, trai i quali il Museo dell'artiglieria all'aperto, il Museo Diocesano, il Museo della Cattedrale, il museo di San Leonardo.

La fascia costiera, lunga circa 13 chilometri, è una distesa di spiagge bianche e di calette solitarie. L'acqua è trasparente. Sono presenti decine di calette, alcune di particolare bellezza, come "Porto Bianco", "Porto Rosso", "Porto Paradiso", "Porto Camicia", "Porto Marzano" e poi la meravigliosa cala "Verde". A sud di Monopoli il lungo arenile è composto da sabbia fine, morbida e dorata; vi sono tratti di spiaggia libera e numerosi stabilimenti balneari. Sono organizzati e attrezzatissimi con chioschi, bar e punti di ristoro, con cabine, ombrelloni e lettini, noleggio pattini e pedalò, con aree dedicate allo sport come basket, beach volley, bocce, calcio, nuoto, motonautica e windsurf, e intrattenimento anche per i più piccoli. Il 'Capitolo' è anche il centro della movida di Monopoli e dei paesi limitrofi. Sono fioriti, negli ultimi anni, numerosissimi locali e piste da ballo anche sulla sabbia sempre affollati, in particolare nelle serate del venerdì e del sabato.

Richiedi Informazioni